Riparte l’iniziativa di formazione professionale organizzata dall’azienda di Parona e dedicata ai giovani diplomati della Lomellina

Dopo il grande successo della prima edizione conclusa lo scorso marzo, è iniziata la nuova Scuola di stabilimento di Intals, che per 6 mesi accoglierà nell’impianto di Parona un gruppo di giovani diplomati degli istituti tecnici e professionali del territorio, per una importante esperienza di training on the job che mette insieme il lavoro vero e proprio con la formazione. Infatti i partecipanti per un verso lavoreranno a fianco del personale dell’azienda, per sperimentare concretamente tutte le dinamiche professionali quotidiane, fatte di competenze, responsabilità, obiettivi, gerarchie, ecc. Ma questa iniziativa vuole avere anche una valenza formativa, per cui in parallelo all’attività lavorativa si svolgeranno sessioni didattiche, anche se sempre con un taglio molto concreto e immediatamente applicabile, dedicate ai temi della sicurezza - che è fondamentale in Intals - e a vari argomenti di general management come la gestione del tempo, il raggiungimento degli obiettivi, la comunicazione e le dinamiche relazionali, il lavoro di squadra, l’organizzazione del lavoro, ecc.

I giovani partecipanti, che per questa edizione sono sei, hanno formazioni scolastiche differenti, e quindi sono stati assegnati a diversi reparti in base alle loro competenze, e saranno seguiti da vicino da tutor scelti fra i responsabili delle principali funzioni aziendali. La formazione acquisita a scuola è il punto di partenza di questa esperienza che vuole appunto completare la preparazione dei giovani diplomati con una full immersion nel mondo del lavoro, all’insegna della massima concretezza ed efficacia. Che questa formula funzioni molto bene è parso chiaro fin dalla prima edizione, che si è conclusa a fine marzo con la massima soddisfazione sia da parte dei ragazzi che dell’azienda, e con un risultato tangibile estremamente eloquente: più di metà dei partecipanti sono rimasti in Intals!

La Scuola di stabilimento è una delle numerose iniziative che Intals ha dedicato al mondo della formazione e dei giovani: da tanti anni i manager dell’azienda vanno nelle scuole del territorio a spiegare a bambini e ragazzi le virtù del recupero delle risorse, missione fondamentale dell’azienda che da più di un secolo si occupa di riciclo dell’alluminio. Grazie infatti alla possibilità di recuperare questo metallo al 100%, Intals acquista rottami di alluminio, li tratta e li fonde ricavandone lingotti che poi saranno utilizzati da varie aziende per produrre nuovi oggetti, in un circolo virtuoso potenzialmente infinito. L’attività di Intals incarna perfettamente al logica dell’economia circolare, per cui anziché produrre rifiuti che inquinano e costano perché devono essere smaltiti, li si immette di nuovo nel processo produttivo rendendoli la materia prima per i cicli successivi. In questo modo si inquina di meno, non si intaccano le risorse naturali, e si riesce addirittura a ridurre i costi di produzione, a tutto vantaggio dei consumatori finali.

La Provincia di Pavia e il Comune di Parona hanno riconosciuto l’alto valore formativo della Scuola di stabilimento e il suo contributo rispetto al problema della disoccupazione giovanile, concedendo all’iniziativa il proprio patrocinio. Da tanti anni Intals dedica una particolare attenzione al territorio della Lomellina, promuovendo iniziative di sostegno ai giovani e agli anziani, alle scuole e alle associazioni, alla cultura e alle tradizioni locali: tutto ciò vuole essere un tangibile segno di riconoscenza agli abitanti del territorio che ha accolto lo stabilimento quasi venti anni fa.

Visualizza pdf >>